Il segnalibro

Pubblicato il 12 Febbraio 2013 da fiore.
Categorie: Argomenti vari.

 

 Dannazione…  in questo libro c’è qualcosa di strano.

Sarà il titolo, oppure, come dice il giovane Gabriel, è uscito dalla penna di uno scrittore alquanto sui generis. Una lettura difficile, però ho deciso che devo arrivare alla fine.

Che stramberia!  Ieri, prima di metterlo in borsa, senza rendermene conto,  ho fatto un’orecchia alla pagina, di certo non è mia abitudine, soprattutto se il libro mi è stato prestato,  forse temevo di scordare dov’ero arrivato. Bel professore di matematica sono!

Oggi l’ho ripreso in mano e … l’orecchia non c’era più.

Ho dovuto  rileggere qualche frase e una in particolare ha catturato  la mia attenzione.

Se lo chiedessi a mia madre, mi risponderebbe: Maddy  la vita non è una gara di popolarità”

Bè, io le risponderei che non lo è nemmeno la morte.

Meglio che  non ne parli con nessuno, mi prenderebbero per matto.

Improvvisamente mi trovo catapultato sul letto mia madre, anzi sul nostro letto.  Avrò avuto sei o sette anni. Mia madre: una donna bellissima.

“Mammi, che buon profumo hai stasera!”

“Ti piace cicci?”

“Sì.  Anche la tua collana che luccica.”

“Mammi, stasera posso aspettarti?

“No, ho due clienti, e i conti da fare,  farò tardi. Ti mando Wanda, ti vuole salutare, domani parte.”

“Sì, anch’io la voglio salutare.”

“Cicci, finisci i compiti di aritmetica. Poi vè … subito a dormire.”
“Mammi se la signora Merlin muore, potremo ritornare qui?”

“Non credo. Buonanotte  amore.”

“Notte mammi.”

Poi mi è venuto un sonno incredibile e,   prima di chiudere questo benedetto libro,  ho pensato:

Addio vestaglie semiaperte, veli multicolori, calze nere, sopracciglia a virgola, scale a chiocciola, sale d’attesa.  Addio Wanda,  addio sora Gemma, addio prof. Cetera  di giorno… eccetera eccetera di notte.

Buonanotte Rina, addio mamma famosa e dolcissima… meglio che domani non parli proprio con nessuno!