LAB A.A. V.V. IN CUCINA

Pubblicato il 24 Marzo 2010 da fiore.
Categorie: Argomenti vari.

Layout 1

Avventura in cucina

<<E smettila di fare tutto questo casino, fai traballare il frigorifero.>>

<<Mi muovo perché sento freddo.>>

<<Hai ragione sento freddo anch’io. Ho qualcosa in un posto…e mi da un fastidio!>>

<<Secondo vuoi cosa sta succedendo? Non eravamo tutti morti stecchiti e anche spennati?>>

<<Io sento un freddo boia.>>

<<Forse è una magia, oppure un sogno, ma chi di noi stava sognando?>>

<<Se spingiamo insieme  potremmo aprire la porta.>>

<<Sì, e potremmo cercare qualcosa per coprirci.>>

<<Io mi vergogno tanto.>>

<<Usa quelle foglie d’insalata, ‘anche se non è rimasto molto da coprire!’.>>

<<Ti ho sentito sai…tacchino cretino!>>

<<Cappone.>>

<<Smettetela, cerchiamo di capire cosa sta succedendo, e poi dovremmo coprirci,  altrimenti moriremo di freddo.>>

<<Ma non eravamo già morti?>>

<<Proviamoci.>>

<<Ok, uno due tre, oissaaa.>>

Stumff, patafumf

<<Oioioiii che dolore!>>

<<Ti sei fatta male?>>

<<Solo un pochino e voi tutto bene?>>

<<Tutto ok>>

<<Guardate che bella cucina, grandissima e poi con tutti gli addobbi natalizi.>>

<<Ascoltate, di là la festa,  c’è una festa.>>

<<Che bel calduccio qui!>>

<<Festeggiamenti della vigilia.>>

<<Domani forse faranno festa  qui … e con la nostra carne.>>
<<Vegetariani…no?>>

<<Guarda la pentola che servirà per cucinare te,  è proprio della tua misura!>>

<<Chissà come ci cucineranno?>>
<<Ma che ti frega…scusa!>>

<<Direttamente sulla placca del forno, guardati… sei grosso come un bue!>>

<<SMETTILA CAPPONE!>>

<<Ma sai veramente cos’è un cappone?>>

<<Gallinella  sei molto carina  vestita con l’asciugamano.>>

<<Grazie.>>

<<Allora?>>

<<Il cappone è un gallo castrato, molto semplicemente privato della sua virilità .>>

<<Caro mio grosso grasso tacchino, avevo le piume lucenti e colorate, ero un animale in buona salute; la testa piccola e gialla, senza bargigli ne cresta, le zampe giallo-arancione e la pelle color giallo paglierino, indice di benessere.>>

<<E NE  VAI  FIERO?>>

<< Sono stato allevato rigorosamente a  terra, avevo a disposizione un minimo di cinque metri quadrati di superficie per ruzzolare liberamente nell’aia, io non potrei assolutamente vivere in gabbia o in stabulazione. L’alimentazione è di origine vegetale, senza antibiotici o integratori,  per favorire la crescita,  direi che sono genuino in tutti i sensi! E tu dove sei stato allevato?>>

<<Genuino ma sempre cappone sei, anche se ultimamente sei alla moda, ma cappone rimani!>>

<<Non hai risposto tacchino.>>

<<Ma che ne so dove sono stato allevato, so solo che sono morto.>>

<<La finite voi due?>>

<<Tu sei genuino?>>

<<Ho detto che non m’importa! Ti ricordo solo che un tacchino di quattro o cinque chili basta per un cenone di 30 persone.>>

<<Come ti cucinano… con la panciona ripiena di castagne?>>

<<E allora? Anche con la salsiccia, vitello tritato, mele renette, prugne secche, castagne bollite e pelate, fegato tritato, sale, pepe, noce moscata e altre droghe a volontà, ti bastano?>>

<<E poi… via nel forno: arrosto.>>

<<Tu  invece solo lesso.>>

<<Ti sbagli!>>

<<Basta, mi avete proprio stufato!>>

<<Gallinella tu sarai di sicuro squisita: adagiata sopra un letto di patatine arrostite.>>

<<Spero invece di non essere cucinata io!>>

<<Chissà chi abita in questa casa?>>

<<Credo molte persone, con una cucina così grande!>>

<<Guarda quanti pacchettini colorati!>>

<<Vado a controllare. Voi aspettatemi qui,  e senza far rumore.>>

<<Okkei>>

<<Ma… sei già di ritorno?>>
<<Ho sentito un rumore e sono fuggita.>>

<<Cos’hai visto?>>

<<Tante porte. Tutte chiuse. C’era una scritta ‘Caritas centro di raccolta’, boh!>>

<<Cosa vuol dire? Perché sai leggere?>>

<<Sì. Ma non lo so.>>

<<Attenzione,  arriva qualcunooooooo.>>

<<Torniamo nel frigorifero, corri corri.>>

<<Ma no, ancora lì, al freddo!>>

Stumf

“Miao, miao. Che sogno strano! C’erano un grosso tacchino, un cappone e una gallinella, erano morti e già spennati, ma sono usciti lo stesso dal frigorifero. Parlavano, litigavano e poi… e poi è arrivato un gattone, si sono spaventati e sono tornati dentro.  Chissà cosa vuol dire questo stupido sogno? ”

Sbumm

“Aiutoooo … un rumore nel frigoriferooooooooo, fuggo di là … ho paura miaooooo

Fiorella  Carrera